Disturbo ossessivo compulsivo in gravidanza: si può curare?

Cosa accade quando si soffre di disturbo ossessivo compulsivo in gravidanza? Medici e scienziati sono estremamente d’accordo nel sostenere che, sebbene il disturbo – che spesso ha origini psicologiche ben riconoscibili – sia molto conosciuto ed oggi anche curato, non è tuttavia ancora possibile effettuare delle indagini approfondite sulle donne in dolce attesa.

disturbo-ossessivo-compulsivo-in-gravidanzaNon esistono, secondo i recenti studi che abbiamo a disposizione, dei medicinali in grado di trattare in maniera adeguata un disturbo come quello appena descritto, senza un seppur minimo rischio per mamma e bebè. Pertanto, se una donna incinta scopre di essere affetta di questo disturbo, o se in generale una donna desidera avere un figlio ma sa di esserne affetta, è bene valutare la propria situazione insieme al proprio ginecologo di fiducia, e valutare bene sia i benefici che i rischi legati all’uso di farmaci specifici durante il periodo della gravidanza.

In ogni caso, esistono delle specifiche segnalazioni a cui è possibile fare riferimento, in merito a farmaci ad alto e a basso rischio teratogenico: parlare con il proprio ginecologo aiuterà a comprendere i rischi, a trovare medicinali eventualmente meno rischiosi, ed eventualmente anche trovare un profilo farmacologico più adatto alla situazione ma anche più in grado di ottenere un effetto terapeutico sulla paziente.

Related Posts

Add Comment