Raggiungere le isole greche via mare: vantaggi e svantaggi

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, sono moltissimi i motivi che spingono tanti turisti a preferire la navigazione rispetto all’aereo. Pensiamo, per esempio, a chi ha paura di volare, a chi ha bisogno di portare con sé molti bagagli e non ha tempo né voglia di organizzare il necessario per il viaggio in valigie di varie dimensioni e pesate al grammo oppure a chi, semplicemente, ama il mare.  Altre motivazioni sono poi le promozioni scontate e la vicinanza al porto.

Pensiamo, per esempio, a chi abita nelle Marche e desidera raggiungere le isole Ionie. I traghetti per le isole greche con partenza da Ancona sono infatti una valida alternativa per chi desidera esplorare il paese della civiltà antica tra le più affascinanti della storia. Tuttavia è bene fare qualche precisazione: in effetti l’unica località turistica collegata veramente bene ad Ancona è Corfù. Si tratta di un viaggio piuttosto lungo, si parla di circa 15 ore di navigazione, che viene proposto in genere due volte a settimana.

L’ideale, insomma, per chi desidera restare sulla seconda isola ionica per estensione almeno una settimana. Questa soluzione diventa invece proibitiva per chi sta pensando a dedicare alla visita di Corfù soltanto un weekend. Bisogna del resto tenere a mente l’elevato numero di ore di navigazione che dovrà essere ripetuto anche al ritorno, il tempo minimo per imbarcarsi, le eventuali condizioni meteo sfavorevoli e un tipo di comfort essenziale.

Non è certo di una nave da crociera che si tratta e per quasi un giorno intero bisognerà adattarsi in termini di cibo, rumore e luoghi in cui rilassarsi. D’altra parte per chi risiede nella zona del porto i vantaggi finiscono per risultare maggiori rispetto agli svantaggi. Chi abita nelle Marche, del resto, dovrebbe raggiungere un aeroporto collegato con Corfù, lasciare l’auto diversi giorni allo scalo, valutare i tempi di imbarco, di volo e di atterraggio e poi noleggiare un’auto all’arrivo.

Tra i vantaggi del traghetto c’è infatti quello di poter imbarcare la vettura e poter esplorare al meglio, in the road come si suol dire, questa meravigliosa isola che è Corfù. Tra noleggio, assicurazione e benzina è probabile che noleggiando un’auto in Grecia i costi sarebbero di gran lunga superiori. L’altra isola greca collegata bene con il traghetto dall’Italia è Zante, un vero e proprio gioiello in termini di storia, natura e panorami, ma per  questa soluzione bisogna arrivare fino a Brindisi e fare la bellezza di venti ore di navigazione.

Da Ancona si può infine raggiungere la Grecia continentale e da lì prenotare altre soluzioni per altre isole e, in particolare per le Egadi. Da Ancora partono infine le crociere dedicate alle isole greche che rappresentano in assoluto la soluzione più confortevole per arrivare nel paese della feta e dello yogurt senza volare.

Related Posts

Add Comment