Scegli il riso per dimagrire

Perdere peso in poco tempo e senza rinunciare a piatti ricchi di sapore? È possibile, basta portare al centro del tuo menu il riso integrale. Questo cereale, spesso considerato nemico della dieta, è in realtà un utile alleato se assunto in maniera consapevole e bilanciata. La dieta del riso integrale, sulla quale puoi scoprire di più consultando gli articoli del portale donnafemminile.it, infatti, riesce a garantire risultati rapidi a tutto gusto.

Disintossicare il corpo per ritrovare il proprio peso ideale

riso per dimagrireFondamentale per questa dieta è una delle proprietà regine del riso: quella disintossicante. Il riso, infatti, è ricco di potassio ma povero di sodio, due fattori che insieme riescono ad amplificare la capacità depurativa di questo alimento. Facendo ricorso al riso integrale, inoltre, si abbina anche un’altra importante proprietà di questo cereale, quella che fa riferimento all’elevata presenza di fibre e che aiuta a contrastare la stitichezza.

Da non sottovalutare una terza capacità di questa alimento: la sua proprietà altamente saziante che riesce a spegnere i morsi della fame anche in quantità minore rispetto alla pasta. Questo regime alimentare, questa particolare dieta, consente di ottenere risultati visibili a occhio nudo in 12 giorni (3+9), grazie proprio alle proprietà del riso integrale.

La scelta del riso, un alimento buono per tutti

La dieta del riso, inoltre, si presta a favorire i gusti di tutti. Esistono numerose tipologie di riso e ognuna è indicata per particolari problematiche. È il caso, ad esempio, del riso nero, noto come riso Venere, o di quello rosso che sono particolarmente indicati per i soggetti affetti da pressione o colesterolo alto. Inoltre, trattandosi di un alimento del tutto privo di tossine e glutine è molto indicato per il regime alimentare dei celiaci.

Via le tossine in tre giorni

Complessivamente i risultati della dieta del riso si manifestano in circa 12 giorni. I primi tre sono dedicati alla disintossicazione dell’organismo. È la prima fase, che sarà seguita da quella dimagrante (9 giorni). In questo primo momento la quantità di riso da mettere nel piatto è pari a 80 grammi. Si può variare alternando il riso ad altri cereali, come l’orzo, il miglio, la quinoa o la segale.

Dalla colazione alla cena dovranno essere pietanze a base di riso a scandire la giornata. Si inizia, ad esempio, con una dolce crema di riso per la colazione, arricchita con del miele o dei frutti rossi, si continua con una porzione di riso bollito e si finisce, di sera, con una minestra di riso integrale  e verdure lesse (a parte). È importante che il riso assorba una grande quantità di acqua durante la cottura.

Nove giorni per perdere peso

Il resto del programma, invece, è dedicato proprio al dimagrimento. Anche in questo caso si consiglia di pesare piatti pari a 80 grammi di riso. Sono stati introdotti degli spuntini, a metà mattina e metà pomeriggio, rigorosamente a base di frutta fresca.

A colazione dal latte alle gallette il protagonista è il riso, per i golosi è concesso un cucchiaino di marmellata biologica. A pranzo riso bollito con verdure ma può essere sostituito, in maniera graduale, da pesce o carne bianca. Per la cena spazio alla gola: sì a del riso bollito con funghi o gamberi cotti al vapore o, ancora, carni bianche. Fondamentale, in questa fase, limitare i condimenti.

Related Posts

Add Comment